loader
loader

Il 25 gennaio 2024 alle 10.00 sarà possibile, per le strutture ricettive (alberghiere, complementari, all’aperto, in ambienti naturali) del Veneto presentare domanda per accedere al Bando per rigenerare le imprese del comparto turistico ricettivo supportandone la maggiore accessibilità, lo sviluppo tecnologico, la transizione digitale ed ecologica.

QUI IL PDF DEL BANDO

In questo articolo troverai le informazioni più rilevanti relative al bando.

SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, piccole e medie imprese (PMI) regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese ed attive. L’impresa richiedente deve gestire e/o essere proprietaria di una struttura ricettiva (alberghiera, complementare, all’aperto, in ambienti naturali).

Le strutture ricettive sono quelle definite ai sensi della L.R. n. 11/2013, ovvero:

a) strutture ricettive alberghiere (articolo 25, L.R. n. 11/2013): alberghi o hotel, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi;

b) strutture ricettive all’aperto (articolo 26, L.R. n. 11/2013): villaggi turistici, campeggi;

c) strutture ricettive complementari (articolo 27, L.R. n. 11/2013): alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed & breakfast, rifugi;

d) strutture ricettive in ambienti naturali (articolo 27 ter, L.R. n. 11/2013).

DOTAZIONE FINANZIARIA

15 Milioni di euro di cui:

● 6.000.000 (40%) relativi alle aree montane;

● 9.000.000 (60%) riservati alle altre aree

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Tra gli interventi ammissibili troviamo quelli per la riduzione dell’impatto ambientale e del consumo di risorse (energia/acqua), per l’utilizzo di fonti energetiche alternative e per l’ammodernamento strutturale e tecnologico orientati alla piena sostenibilità ambientale.

Tra cui rientrano:

  • sostituzione dei generatori di calore (es. adozione di moderne caldaie a condensazione, generatori a biomassa, ecc.);
  • installazione di cogeneratori per la produzione combinata di energia termica ed elettrica;
  • installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica; 
  • installazione di cogeneratori per l’autoproduzione di energia elettrica e la contemporanea produzione di calore per il riscaldamento;
  • installazione di pompe di calore ad alta efficienza per il raffrescamento e di supporto al riscaldamento;
  • installazione di inverter ad alta efficienza;
  • colonnine per ricarica elettrica di e-bike, ciclomotori e automobili

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

L’apertura dei termini per la compilazione e la presentazione della domanda di sostegno è prevista a partire dalle ore 10.00 del 25 gennaio 2024 fino alle ore 17.00 dell’11 aprile 2024.

FORMA, SOGLIE E INTENSITA’ DEL SOSTEGNO

L’impresa richiedente il sostegno può scegliere, ai fini dell’erogazione del sostegno, fra uno dei seguenti regimi di aiuto:

  • regime di aiuti ai sensi e nei limiti del Regolamento (UE) “de minimis”: In questo caso l’agevolazione è subordinata, in particolare, al rispetto dei massimali previsti dal precitato Regolamento europeo n. 1407/2013, ai sensi del quale le agevolazioni possono avere un importo massimo complessivo di euro 200.000,00 nell’arco di tre esercizi finanziari. L’intensità massima dell’aiuto previsto, nella forma di contributo a fondo perduto, è del 50 % della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto.

           Sono ammissibili ai fini del presente bando gli interventi con importi complessivi di spesa ammissibile non inferiori ad euro 50.000,00 (contributo minimo euro 25.000,00) e fino ad un massimo di euro 400.000,00 (contributo massimo concedibile euro 200.000,00)

  • regime di aiuti compatibili con il mercato interno ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014, articolo 17 “Aiuti agli investimenti a favore delle PMI”à Per le micro e piccole imprese l’intensità massima dell’aiuto previsto, nella forma di contributo in conto capitale, è del 20% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto.

           Per le medie imprese l’intensità massima dell’aiuto previsto, nella forma di contributo in conto capitale, è del 10% della spesa ammissibile per la realizzazione del progetto.

           Sono ammissibili ai fini del presente bando, interventi con importi complessivi di spesa ammissibile non inferiori a euro 100.000,00 e fino ad un massimo di euro 1.000.000,00 per le micro e piccole imprese e 2.000.000,00 per le medie imprese.

AFFIDATI A ISOTERMA!

Specializzata dal 2014 nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti chiavi in mano, Isoterma Srl è operatore di rilievo nella realizzazione di impianti termici a biomassa legnosa,  che beneficiano degli incentivi in Conto Termico (cumulabili con altri incentivi in conto interessi e transizione 4.0, che nel complesso rendono la sostituzione del vecchio generatore di calore un’operazione praticamente a costo nullo), di impianti fotovoltaici, di cogenerazione e a pompa di calore (che attualmente consentono un rientro rapido degli investimenti, grazie ad ammortamento e risparmio in bolletta).

La nostra unicità risiede nella capacità di gestire il progetto a 360°, considerandone prima di tutto il suo carattere di investimento. Gestiamo pertanto la commessa supportando il Cliente anche nella delicata fase di ottenimento dei finanziamenti bancari, e partendo dallo studio di fattibilità fino alla gestione di tutte le pratiche burocratiche necessarie per l’ottenimento di incentivi e detrazioni, spesso cumulabili tra loro.

Chiama il numero +39 3452946951 o contattaci via mail all’indirizzo commerciale@isoterma.it 

Richiedi una consulenza gratuita!