loader
loader

ENERGY MANAGER: DI COSA SI OCCUPA, QUALI SONO I TREND

L’energy manager è un professionista specializzato nella gestione dell’energia all’interno di un’organizzazione. La sua funzione principale è quella di sviluppare e implementare politiche ed azioni per migliorare l’efficienza energetica dell’organizzazione, riducendo i consumi e i costi energetici e minimizzando l’impatto ambientale.

L’energy manager è una figura sempre più importante nel contesto attuale, in cui le questioni ambientali e la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra sono diventate prioritarie. In particolare, con l’aumento dei prezzi dell’energia e l’introduzione di nuove normative ambientali, le organizzazioni stanno diventando sempre più interessate ad adottare pratiche di gestione dell’energia sostenibili e adottare tecnologie innovative per ridurre il loro impatto ambientale.

L’energy manager gioca un ruolo cruciale in questo processo, lavorando con i dipartimenti tecnici, gli utenti finali e la direzione aziendale per sviluppare soluzioni energetiche innovative e garantire il rispetto delle normative ambientali. Tra le sue attività principali, si possono citare la raccolta e l’analisi dei dati sull’energia, la definizione di politiche e programmi di gestione dell’energiala gestione di progetti di efficienza energetica e la valutazione dell’impatto ambientale delle attività dell’organizzazione.

Inoltre, l’energy manager ha un ruolo importante nella promozione della cultura dell’efficienza energetica all’interno dell’organizzazione, attraverso attività di formazione e sensibilizzazione. Questo è particolarmente importante in un’epoca in cui le organizzazioni stanno diventando sempre più consapevoli dell’importanza di adottare pratiche sostenibili e di comunicare i propri risultati agli stakeholder.

In sintesi, l’energy manager svolge un ruolo cruciale per aiutare le organizzazioni a ridurre i costi energetici, minimizzare l’impatto ambientale e rispettare le normative ambientali in continuo cambiamento. La sua figura è sempre più richiesta in una società che sta cercando di diventare sempre più sostenibile, e la sua competenza e professionalità sono fondamentali per il successo di queste iniziative.

TREND LEGATI ALLA FIGURA DELL’ENERGY MANAGER

La figura dell’energy manager sta diventando sempre più importante nell’attuale scenario energetico globale, dove la necessità di ridurre le emissioni di gas serra e la dipendenza dai combustibili fossili è sempre più urgente. Alcuni trend legati alla figura dell’energy manager includono:

  • Aumento della domanda di energia rinnovabile: L’energia rinnovabile sta diventando sempre più popolare grazie ai costi in declino delle tecnologie solari ed eoliche. Gli energy manager stanno diventando sempre più importanti nella gestione di impianti di energia rinnovabile e nell’integrazione di queste fonti nell’attuale mix energetico.
  • Efficienza energetica: L’efficienza energetica è un’area di grande interesse per gli energy manager. Le tecniche di monitoraggio e controllo dei consumi energetici stanno diventando sempre più avanzate e gli energy manager stanno diventando sempre più bravi nell’identificare le aree di spreco energetico e nell’introdurre soluzioni per ridurlo.
  • Blockchain e altre tecnologie emergenti: La tecnologia blockchain sta guadagnando terreno nel settore energetico come una soluzione per la gestione di reti energetiche decentralizzate e l’implementazione di mercati dell’energia peerto-peer. Gli energy manager stanno diventando sempre più interessati alle potenzialità di questa tecnologia e di altre tecnologie emergenti come l’Internet delle cose (IoT) e l’intelligenza artificiale (AI) nella gestione energetica.
  • Compliance normative: Le normative in materia di energia stanno diventando sempre più rigide e gli energy manager stanno diventando sempre più importanti nel garantire che le aziende rispettino gli standard di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni di gas serra. Gli energy manager devono essere in grado di comprendere le normative e di fornire soluzioni efficaci per il rispetto delle norme.

In generale, la figura dell’energy manager sta diventando sempre più importante e le opportunità di lavoro in questo settore sono in continua crescita. Gli energy manager devono avere una solida conoscenza delle tecnologie energetiche e delle normative, nonché la capacità di sviluppare soluzioni innovative per la gestione energetica.

ENERGY MANAGER ED EGE: LE PRINCIPALI DIFFERENZE

Energy Manager ed EGE sono due figure professionali che si occupano della gestione dell’energia in un’organizzazione, ma hanno ruoli e responsabilità leggermente diversi.

L’Energy Manager è un professionista che si occupa della gestione dell’energia all’interno di un’organizzazione. Il suo ruolo consiste nella pianificazioneimplementazione e monitoraggio delle attività legate all’efficienza energetica, alla riduzione dei consumi energetici e all’integrazione delle fonti energetiche rinnovabili. L’Energy Manager lavora a stretto contatto con il personale tecnico e con i responsabili delle funzioni aziendali per identificare le opportunità di miglioramento dell’efficienza energetica e per sviluppare soluzioni innovative per la gestione dell’energia.

L’EGE (Esperto in Gestione dell’Energia) è una figura professionale più specializzata nell’ambito della gestione dell’energia. L’EGE ha competenze avanzate nella gestione dell’energia e nei sistemi di gestione ambientale, e ha una conoscenza approfondita dei processi e dei sistemi energetici. L’EGE è in grado di identificare le opportunità di risparmio energetico e di sviluppare piani d’azione per la loro implementazione, nonché di monitorare e valutare i risultati ottenuti. L’EGE può lavorare come consulente o come dipendente di un’organizzazione, e il suo ruolo è quello di supportare l’Energy Manager nella definizione e nell’attuazione delle strategie di gestione dell’energia.

In sintesi, mentre l’Energy Manager ha un ruolo più generale nella gestione dell’energia all’interno di un’organizzazione, l’EGE ha una conoscenza più approfondita della gestione dell’energia e delle tecnologie energetiche, e si concentra sulla definizione e attuazione delle strategie di risparmio energetico. L’EGE può anche fornire consulenza su questioni normative e sulle politiche energetiche.

Sia l’Energy Manager che l’EGE (Esperto in Gestione dell’Energia) sono figure importanti per l’implementazione di un processo produttivo sostenibile e l’adozione di fonti energetiche rinnovabili in un’azienda. Tuttavia, la scelta dipende dalle esigenze specifiche dell’azienda.

In sintesi, se l’azienda ha già un buon livello di efficienza energetica e vuole implementare fonti energetiche rinnovabili, l’EGE potrebbe essere la figura più adeguata. Se invece l’azienda deve prima migliorare l’efficienza energetica e poi passare alle fonti rinnovabili, l’Energy Manager potrebbe essere la scelta migliore per cominciare. In ogni caso, entrambe le figure possono essere preziose per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità energetica dell’azienda.

AZIENDE ITALIANE CHE HANNO ADOTTATO LA FIGURA DELL’ENERGY MANAGER

In Italia, molte grandi aziende hanno adottato la figura dell’energy manager per migliorare l’efficienza energetica e la sostenibilità del proprio processo produttivo. Alcuni esempi di grandi aziende italiane che hanno adottato questa figura sono: FCA (Fiat Chrysler Automobiles), Ferrero, Pirelli, Whirpool, Coop Italia, STMicroelectronics e molte altre.

Isoterma può fornire ai propri clienti una consulenza gratuita da parte dei nostri EGE, ingegneri e tecnici per valutare tutte le soluzioni di efficientamento energetico ottimali per la propria azienda.